RSS
Twitter

Facebook

F1 2009 - Recensione

Scritto da Riccardo Bindella   
Mercoledì 23 Dicembre 2009 13:47

F1 2009 - Wii Review

 

Ne è passata di acqua sotto i ponti dal primo egregio Formula 1 targato Psygnosis uscito nel lontano 1995.

Cambi di mano ed annate storte hanno allontanato la guida su pista dagli appassionati videogiocatori di questi ultimi anni.

Codemasters e Sumo Digital rompono questa silenziosa monotonia con il fragore di un nuovo bolide, messo a punto per sistemi quantomeno inattesi: Nintendo Wii e PSP sono state scelte per riportare, dopo tanto, troppo tempo, la Formula 1 nell'immaginario collettivo videoludico; una scelta che, almeno per quanta riguarda la versione provata da Presstart, lascia spazio alla parola "compromesso".

Scegliere una console dalla forte impronta arcade come Wii per il ritorno di una serie prevalentemente simulativa ha portato conseguenze di design visibili in tutti gli aspetti di gioco.

Partiamo dal sistema di controllo che, come si intuisce, potrà fare affidamento sul remote in posizione laterale (similmente a quanto visto in Mario Kart) o sullo stick analogico del nunchuck.
L'esperienza di gioco "in motion" è sicuramente esaltante, anche se il genere richiede una precisione millimetrica che tale sistema di controllo non offre.

 

 

Ne risulta che, pena diverse ore di frustrazione, si passerà abbastanza velocemente ad un controllo più classico. Bisogna chiarire che ci troviamo comunque di fronte ad un titolo fortemente immediato, dato che il realismo di collisioni e comportamento della vettura è venuto leggermente meno.

Altra scelta discutibile e piuttosto fantasiosa appare quella di affidare al KERS, presente tra l'altro in tutte le vetture, la funzione di vero e proprio turbo boost, un'interpretazione decisamente arbitraria e funzionale al solo gameplay piuttosto che alla reale capacità del convogliatore cinetico, che nella realtà migliora certamente le prestazioni dei bolidi, ma in maniera parecchio minore rispetto a quanto palesato dall'ultima creazione velocistica Codemasters.

Le piste non necessitano inoltre di particolare dedizione, e anche ai primi giri è possibile conseguire discreti risultati, un fatto che, mescolato alla IA della CPU non proprio eccellente, determina un livello di sfida sotto la norma, che comunque sia potrà essere aggiustato verso l'alto, un'opzione, quest'ultima, che Presstart vi consiglia calorosamente.

 



 

Per quanto riguarda il materiale ludico offerto, anche qui l'approccio "giocoso" si oppone a quello simulativo; tante le modalità e sfide in grado di donare ore di puro ed immediato divertimento, come la ottima modalità Carriera, ad esempio, la quale ci mette nei panni di un neo pilota in cerca di fama e gloria. Sempre in tema con la filosofia ludica di Nintendo, il titolo permette il co-op in locale e la stessa Carriera può essere giocata in due, garantendo non pochi pregevoli momenti ludici.

Ed infine l'aspetto tecnico, anch'esso partorito da quell'idea di compromesso evidenziata da tutta la produzione: il framerate è decisamente buono, soprattutto se si considerano le basse aspettative derivanti dall'utilizzo di un hardware non performantissimo qual è quello custodito dallo chassis della console Nintendo, ma lascia comunque l'amaro in bocca l'assenza di dettagli, un aspetto capace, da solo, di lasciare insoddisfatti quella vasta schiera di consumatori desiderosa che il prodotto venga confezionato con la cura tipica delle simulazioni. Mancano di definizione tutti i loghi e i marchi della licenza FIA, e la stessa visuale televisiva, che portò al successo la prima grande apparizione del genere, è clamorosamente assente.

 



 

 

 

Commento Finale

Ci aspettavamo qualcosa di diverso da F1 2009 per Nintendo Wii. Forse per una sorta di legge dell'inverso si era portati a credere che la creazione di Sumo Digital avrebbe offerto tutti gli elementi tipici della serie, uniti ad un sistema di controllo originale e coinvolgente.

Purtroppo non è così. Formula 1 è un gioco arcade travestito da simulazione, una produzione che comunque regala tanto divertimento grazie alle tipiche armi dell'offerta della console Nintendo: quantità e cooperativa.

Se cercate un gioco di guida leggermente meno infantile delle classiche battaglie a suon di gusci e funghetti, Formula 1 è sicuramente il gioco che stavate cercando.

Il vero appassionato, invece, faccia un ultimo sforzo: l'edizione destinata a PS3, PC ed Xbox 360 sta arrivando e quattro o cinque mesi di attesa non fanno certo la differenza, dopo un digiuno durato tre anni.

73/100

 

xboxone.png

sony.png