RSS
Twitter

Facebook

Batman the Brave and Bold - Recensione

Scritto da Riccardo Bindella   
Mercoledì 10 Novembre 2010 12:25

battest.jpg

 

Batman the Brave and Bold è un titolo potenzialmente capace di attirare l'attenzione di diverse tipologie di videogiocatori: dal giovane fan dell'omonima serie animata trasmessa su Cartoon Network, a quello più grandicello rimasto folgorato dall'ultimo Batman Arkham Asylum, fino ad arrivare al veterano nostalgico, bisognoso di giocare un beat'em up a scorrimento di nuova generazione, magari con la compagnia di un amico.

Sfortunatamente Batman the Brave and Bold è stato sviluppato e curato soltanto tenendo a mente la prima categoria sopra descritta. Il titolo offre un'esperienza di gioco altamente similare, per atmosfera e regia, a quella della serie animata omonima (ribadiamo: non stiamo parlando della eccezionale serie animata di Paul Dini andata in ondata su Italia1 a partire dal 1992), ma non molto altro.

La modalità principale prevede che il nostro Uomo Pipistrello affronti in successione quattro episodi in compagnia di un collega sempre diverso (il cui controllo può essere affidato ad un secondo giocatore); ogni episodio è diviso in una decina di livelli a scorrimento orizzontale dove l'obiettivo principale è senza alcun dubbio quello di prendere a cazzotti la mole di nemici di turno. Il sistema di controllo è semplice, intuitivo ed anche abbastanza vario, grazie alla presenza di prese, mosse evasive e attacchi di varia potenza. Un gameplay questo che certamente diverte e gratifica il giocatore grazie ad un ritmo mai blando e ad un sistema di combo sulla carte ben realizzato: più lunga è la successione di colpi inferti, maggiore è la ricompensa in monete, pecunia indispensabile per potenziare i numerosi gadget a disposizione del protagonista indiscusso Batman e dei suoi colleghi Robin, Blue Beetle, Hawkman e Lanterna Verde.

 

 

Tutta l'architettura ludica offerta da WayForward Technologies, la casa sviluppatrice del titolo, è ben sostenuta anche da un comparto tecnico piuttosto curato: le colorate texture di livelli e personaggi non rallentano assolutamente il motore grafico, capace di lavorare ad una fluidità costante. Il character design è lo stesso del cartone animato, così come il doppiaggio e i toni tipicamente jazz della colonna sonora. E tutto questo rende Batman the Brave and the Bold un acquisto estremamente consigliato agli appassionati della serie televisiva, anche grazie ad una sceneggiatura divertente la quale, nonostante non faccia gridare al miracolo per la profondità dell'intreccio narrativo, comunque diverte e strappa qualche sorriso per le frequenti battute dei molteplici personaggi coinvolti.

Quello che invece manca all'impalcatura ludica per raggiungere vette di eccellenza è un livello di sfida congruo al genere di appartanenza di questa produzione: Batman the Brave and the Bold non punta ad un target di età giovane solo grazie ai toni scherzosi e gioviali con cui viene dipinto l'universo del Cavaliere Oscuro, ma anche tramite un livello di difficoltà praticamente inesistente. Per essere chiari, non vi sono né vite, né "continue", né tanto meno game over; una volta esaurita l'energia vitale del nostro alter ego, l'unica penalità alla quale si incorre è quella di vedersi decurtate dal proprio conto 100 monetine. La domanda a questo punto sorge spontanea: che senso ha premiare il giocatore con monete extra per combo esaltanti o incentivarlo a sbloccare tutti i potenziamenti se poi è possibile finire l'avventura utilizzando soltanto il tasto "A" del controller?

 

 

Tutta l'architettura dunque cede dinanzi alla mancata inclusione di diversi livelli di difficoltà, un accortezza questa che avrebbe permesso ad un titolo con un così elevato potenziale di rigiocabilità, potenziato oltretutto dalla componenete coperativa in locale, di diventare un assoluto must have per una fetta decisamente più ampia di utenti.
Le sfide extra a tempo sbloccate dopo la conclusione dell'avventura risolvono solo in parte il problema, questo per due semplici motivi: sono esclusivo appannaggio del singolo giocatore e non garantiscono particolari ricompense una volta completate.

 

Commento Finale

Batman the Brave and Bold rappresenta la più classica delle occasioni perse: sarebbe bastato davvero poco per elevare il valore complessivo della produzione da semplice tie-in a vero e proprio acquisto obbligato per ogni possessori di Nintendo Wii. Risulta impossibile infatti non segnalare un livello di sfida praticamente nullo e ad una longevità davvero troppo bassa; un vero peccato, perchè in tutti gli altri reparti la produzione di Warner Bros Interactive risulta senza alcun dubbio vincente e ben strutturata.

 

batvoto.jpg

 

xboxone.png

sony.png