RSS
Twitter

Facebook

I No Doubt contro Activision e Band Hero

Scritto da Riccardo Pellegrini   
Giovedì 05 Novembre 2009 12:21

No Doubt

 

Povera Activision. Povero Bobby Kotick.

Non bastava il caso Nirvana: quest'anno sembra che per il publisher statunitense le beghe (legali) non finiscano mai.

Ora tocca ai No Doubt lamentarsi per lo sfruttamento della propria immagine in Band Hero. Il gruppo rock ha infatti denunciato la casa di Call of Duty per avere oltrepassato ogni limite stabilito al momento della firma del contratto, lamentandosi in particolare del fatto che l'avatar di Gwen Stefani possa cantare, nel gioco, "Honky Tonk Women" dei Rolling Stones, una canzone intonata per motivi particolarmente ovvi da una voce maschile che presenta, fra le altre cose, una piaga sociale come la prostituzione.

Activision sembra sicura del lavoro svolto, rivelando di non aver tradito in alcun modo gli accordi. Come andrà a finire, stavolta? Si accettano scommesse.

 

 

xboxone.png

sony.png